Valori pressione bassa





Senso di svenimento, debolezza, giramenti di testa, sono solo alcuni dei sintomi comuni riferibili a pressione bassa (o ipotensione), che spesso ci inducono alla misurazione della stessa sia in casa con un apparecchio domestico, che in farmacia. Una pressione sanguigna considerata ottimale, non supera i 120/80 mmHg , mentre si parla di ipotensione quando i valori sono inferiori ai 90/60 mmHg .

Ma a cosa corrispondono questi due numeri? Il primo, quello più alto riguarda la cosiddetta pressione sistolica, o massima: indica la spinta che il sangue esercita all’interno dei vasi al momento della contrazione del cuore (cioè del suo battito); il secondo invece individua la pressione del sangue nel momento il cui il muscolo cardiaco si dilata: è la pressione minima o diastolica. L'unità di misura è rappresentata dai millimetri di mercurio (mmHg).

L’ipotensione è un disturbo abbastanza comune, ma non pericoloso e diffuso come la pressione alta: raramente ci si deve preoccupare, anzi è considerata un fattore protettivo nei confronti dell’ictus. I valori di riferimento ottimali della pressione arteriosa inoltre vanno considerati come una media: sono fluttuanti nell’arco di tutta la giornata (più alti al mattino) e determinati dall’età, dal sesso (nelle donne sono sempre lievemente più bassi), da alcune condizioni di salute, di stress e nervosismo, di alimentazione dell’individuo.

Quello a cui bisogna prestare attenzione sono invece gli sbalzi repentini ed eccessivi di questi valori: picchi verso il basso possono provocare improvvise vertigini e svenimenti, pericolosi in caso di caduta. Una pressione sanguigna bassa tendente a scendere sotto i 40 mmHg merita degli approfondimenti diagnostici, soprattutto negli anziani perché può essere sinonimo di un minore afflusso di sangue al cuore e al cervello.



Più in generale, un adulto in salute può avere una pressione bassa cronica, con valori che oscillano tra i 40 ed i 60 mmHg, senza sviluppare rischi per la propria vita o salute, anche se si avrà una costante sensazione di debolezza e stanchezza, trattabile comunque con semplici rimedi naturali.